sabato 28 dicembre 2013

Hunger Games - La Ragazza di Fuoco



Incredibile ma vero, alla fine anch'io sono riuscita a beccare il seguito di Hunger Games prima che lo eliminassero dalle sale cinematografiche! Sembra pazzesco, ma paradossalmente ho meno tempo adesso di quanto non ne avessi durante il periodo scolastico, tanto che devo scrivere su un bigliettino tutto quelle che devo fare nel giorno tale, per non dimenticarlo per strada! Fattostà che oggi, per due orette abbondanti, me ne sono stata tranquilla tranquilla sua una comoda poltroncina con un bello schermo davanti e un bel film da gustare!

Sicuramente la parte più divertente è stato spiare le reazioni della mia accompagnatrice che, non avendo letto i libri come me, non aveva la minima idea di quello che sarebbe successo, e quindi a momenti le cadeva la mascella quando, a sorpresa, il carissimo presidente Snow convoca i vincitori dei passati Hunger Games per la 75° Edizione, quella della Memoria! Da ridere!


Invece tutt'altro che felice è la vicenda raccontata e, anche se sicuramente film e libro meritano, almeno in parte, il successo di cui godono, qualche piccolo brivido a pensare che un giorno una cosa simile potrebbe succedere davvero c'è stato, ma per fortuna, avendo letto i libri, ho potuto tirare un sospiro di sollievo e rilassarmi un po'.

Il film è di qualità: ottima la regia e molto buona l'interpretazione dei personaggi, dei protagonisti, Katniss Everdeen/ Jennifer Lawrence, di Peeta Mellark / Josh Hutcherson a quelli che, apparentemente, rivestono un ruolo meno importante, come Haymitch Abernathy / Woody Harrelson, che, non so esattamente perché, ma è sicuramente tra i miei preferiti, forse per la sua sfortuna, forse per il coraggio che alla fine dimostra, forse perché, a differenza di Katniss, ha capito esattamente come funzionano le cose e come ci si deve comportare con Capitol City... fattostà che, ubriacone o non ubriacone, lo trovo uno dei personaggi meglio riusciti della serie.

La suspence non manca, anche se a parer mio è venuta meno quella tensione, quella novità del primo episodio: una volta che i tributi sono nell'arena, ormai, più o meno e con tutte le variabili del caso, si sa già quello che dovrebbe succedere, l'unica ingognita è chi risulterà vicnitore questa volta, se Katniss o Peeta, ma non nego che anche questa volta lo spettatore ha trovato pane per i suoi denti e un finale che preannuncia un altro grande film che tutti i fans della saga attendono con ansia. Mi aggiungo a loro, ovviamente!

L'unica mia lamentala riguarda le differenze con il libro: capisco che non si possa portare sul set un libro parola per parola, ma diverse parti piuttosto rilevanti sono state tolte o tagliate e questo mi ha lasciata un po' delusa... insomma, l'ho trovato un po' meno fedele rispetto al primo, anche se nel caso di Hunger Games ci troviamo di fronte a uno di quei rari casi in cui libro e film vanno d'accordo e anche molto bene, direi! Non vi siete mai trovati a guardare un film di un libro che avete letto per scoprire che è completamente diverso dall'originale? E' terribilmente snervante! Ma con Hunger Games si può andare decisamente sul sicuro!



Vi lascio con la musica di Capitol City, l'inno di Panem... non riesco a togliermela dalla testa!




Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!