mercoledì 5 febbraio 2014

Recensione: Il Diario di Mr. Darcy di Amanda Grange

"La storia di Orgoglio e pregiudizio" come non l'avete mai letta: e per una volta è proprio il caso di dirlo. Ho deciso che dovevo leggere questo libro non appena l'ho addocchiato, segnalato in anteprima su un blog, e ora eccomi qua a parlarvene. Il titolo rivela già di per sè sia la novità dell'opera sia un motivo sufficiente per aggiungerlo alla propria libreria o wishlist, soprattutto se siete degli appassionati di Jane Austen!


TITOLO:  Il Diario di Mr. Darcy
TITOLO ORIGINALE: Darcy's Diary
AUTORE: Amanda Grange
CASA EDITRICE: Tre60
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2013
PAGINE: 286
PREZZO DI COPERTINA: euro 12, 90

SINOSSI

"Fitzwilliam Darcy è l'eroe romantico che da duecento anni a questa parte continua a conquistare il cuore di milioni di lettrici in tutto il mondo. In questa coinvolgente e fedele rivisitazione di Orgoglio e pregiudizio, finalmente la storia di Darcy ed Elizabeth viene raccontata dal punto di vista di lui. Per la prima volta abbiamo accesso ai suoi pensieri e sentimenti più intimi, riversati nelle pagine del suo diario, e a tutti quei momenti e quelle situazioni a cui nell'originale si fa solo cenno. All'apparenza freddo e distaccato, Darcy in realtà ha un temperamento passionale: possiamo condividere la sua furia e la sua indignazione nello scoprire il proposito della sorella di fuggire con George Wickham, la sua buona fede nell'adoperarsi per separare l'amico Charles Bingley da Jane Bennet e il suo disgusto nel dover di nuovo aver a che fare con Wickham, che ora insidia proprio la famiglia Bennet. Ma, sopra ogni altra cosa, attraverso le parole di Darcy ripercorriamo la sua storia d'amore con Elizabeth in tutte le sue sfumature, dall'iniziale ostilità all'irresistibile attrazione, dal conflitto interiore fino all'indimenticabile lieto fine.
Il diario di Mr. Darcy è un rispettoso omaggio al capolavoro di Jane Austen, e un'occasione imperdibile per rivivere ancora una volta le emozioni e le atmosfere che ha saputo creare."


RECENSIONE
Di tutti i personaggi di Orgoglio e pregiudizio, Mr. Darcy è sempre stato quello che mi ha affascinata di più, forse proprio perché con Jane Austen la vicenda è raccontata dal punto di vista di Elizabeth, e quindi il lettore è costretto a lavorare di fantasia per immaginare che cosa porti l'aristocratico e apparentemente orgoglioso Darcy a comportarsi in un determinato modo. Ma Amanda Grance concede davvero poco al lettore e alla fantasia, delineando, appunto, quel profondo conflitto interiore che, pur tra mille difficoltà, porterà al sereno lieto fine del romanzo che tutti conoscono.
Ripercorrendo quasi giorno per giorno, e in questo va riconosciuta una grande pazienza alla Grange per aver ricostruito la cronologia di Orgoglio e pregiudizio attraverso i pochi dettagli del libro, la vita di Mr. Darcy, alle lettrici viene finalmente data la possibilità di approfondire la sua conoscenza: l'attaccamento alla sorella Georgiana, il senso del dovere e delle buone maniere, di ciò che si addice alla sua posizione sociale, ma anche un inevitabile orgoglio per la sua posizione altolocata, orgoglio che lo farà lottare duramente contro i sentimenti che i "begli occhi" di Elizabeth Bennet gli hanno suo malgrado fatto nascere in petto. 

La nascita di una passione passata alla storia viene delineata con precisione e grande abilità, rendendo un vero piacere la lettura di queste pagine. Rivedere e rivivere le scene già note del romanzo attraverso gli occhi di lui, guardare Elizabeth per come la vede Mr. Darcy, essere nella sua testa e partecipi dei suoi pensieri è un regalo che la Grange fa a tutti gli amanti del capolavoro di Jane Austen o semplicemente a chi ha una seppur lieve vena romantica ( nel mio caso, proprio lieve lieve). 
La lettura è stata assolutamente emozionante e coinvolgente, e direi perfino appassionante e intrigante: non riuscivo a smettere di leggere, tanto che dovevo portarmi il libro nello zaino di scuola e leggere in corriera, in ricreazione e perfino in quei cinque minuti tra i cambi dei professori. E dato che ho letto Orgoglio e pregiudizio e visto il film, ossia sapevo perfettamente come sarebbe andata a finire, il fatto che mi abbia preso così tanto da non farmi pensare ad altro la dice lunga sulla qualità del libro.
Nelle foto, David Matthew Macfadyen interpreta Mr.Darcy
E poi, se Mr. Darcy lo si immagina così, come nella versione cinematografica del 2005 di Joe Wright, beh, c'è fin gusto d averlo sempre in testa. 
                   
   
Mi ha fatto venire voglia di leggere ancora una volta il capolavoro della Austin, peccato non avere il tempo materiale per farlo, mannaggia alla scuola e alle interrogazioni! 
"Il Diario di Mr. Darcy" è un libro che consiglio caldamente, ha tutti i requisiti per garantire una buona lettura, soprattutto adesso che, almeno da me, comincia ad arrivare il primo freddo dell'inverno... con questo libro in mano, una tazza di cioccolata calda ( o the se state provando a stare a dieta) e un bel fuocherello che crepita nel caminetto, la vostra serata diventerà perfetta:


Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!