giovedì 22 gennaio 2015

Segnalazione: Ricordati di sognare di Rachel Van Dyken

Buongiorno lettori, oggi è giorno di segnalazione per la casa editrice Nord! Ricordati di sognare di Rachel Van Dykel, un romanzo in cui si mischiano amore e morte, malattia e amicizia: insomma, sembra proprio che abbiamo a che fare con un libro che affronta temi importanti e profondi.


A volte sembra che tutto sia finito….
E invece è un nuovo inizio




TITOLO: Ricordati di sognare
TITOLO ORIGINALE: Ruin
TRADUTTORE: Francesca Toticchi
PAGINE: 336
PREZZO: 16,40 euro
EBOOK: 8,99 euro
DATA DI USCITA: 22 gennaio 2015

Per due anni, è come se non avessi vissuto; ero persa in un baratro di dolore, da cui credevo non sarei più riemersa. Poi ho incontrato Wes Michels. Lui è il raggio di sole che ha squarciato le tenebre della mia esistenza, la luce che mi ha ridato la speranza e la forza di ricominciare. Mi sono affidata ciecamente a lui, anche quando tutti mi dicevano di non farlo: Wes è troppo ricco, troppo impegnato a diventare la nuova stella del football e, soprattutto, troppo corteggiato per rimanere fedele a una ragazza come me. Non sanno quanto si sbagliano.
Non conoscono il suo cuore e sono all’oscuro del suo segreto. Su una cosa però avevano ragione: non avrei dovuto innamorarmi di lui.
Ho paura che, se resterò ancora una volta sola, sprofonderò di nuovo nel baratro. Perché adesso so che ogni giorno passato con Wes potrebbe essere l’ultimo…


Letto, riletto, commentato e consigliato da legioni di fan in tutto il mondo, Ricordati di sognare è un romanzo struggente e carico di speranza. Perché quella fra Kiersten e Wes è una storia d’amore unica come ogni storia d’amore, e universale come solo le grandi storie d’amore sanno essere.

Dopo aver raggiunto i vertici delle classifiche del New York Times e di USA Today, Rachel Van Dyken si è imposta come scrittrice di rilievo nel panorama della narrativa americana e i suoi romanzi sono richiesti a gran voce dal suo immenso pubblico di lettori.








Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!