venerdì 15 maggio 2015

[Novità] Aggiornamento ultime uscite TEA

Buonsalve! Oggi cerco di recuperare un po' il ritardo che ho accumulato nel condividere con voi le nuove uscite delle case editrici! Nello specifico, questo post è dedicato alla casa editrice TEA, come si evince dal titolo del post stesso. Visto che mi sembrava troppo lungo e inutile realizzare un post per ogni nuova uscita, e visto che comunque le uscite che devo ancora segnalare sono poche, ho deciso di fare un unico articolo riassuntivo. Di seguito, quindi, le novità che a partire da ieri, o quasi, potrete trovare in libreria!
 

 


 




TITOLO: I segreti dell'Opéra
AUTORE:Claude Izner
CASA EDITRICE:TEA
PAGINE: 400
DATA DI USCITA: 14 maggio 2015
PREZZO: 15,00







"Parigi, 1897. Sotto la sfavillante cupola del teatro dell'Opéra, tra le giovani ballerine e le stelle del palcoscenico, un'ombra malevola si aggira, seminando morte e terrore. Tutto ha inizio durante una festa di matrimonio, in campagna, quando lo sfortunato corteggiatore di una diva annega in un laghetto profondo solo poche spanne. Se in questo caso è facile pensare a un malaugurato incidente, di lì a breve le vittime si moltiplicano... Quale maledizione si accanisce sugli habitués dell'Opéra? Chi è il nano malevolo e arcigno che vive nascosto nel Palais Garnier covando piani di vendetta contro chiunque? E cosa nascondono i misteriosi pacchettini regalo ricevuti dalle vittime prima di morire?
Per risolvere questi enigmi Victor Legris e Joseph Pignot, la coppia di investigatori della libreria Elzévir, si lanceranno in un'indagine che li porterà dai corridoi dell'Opéra ai cunicoli delle catacombe di Parigi, passando per la Foire du Trône. Ma il compito più arduo per i due librai sarà sfuggire alle rispettive consorti, entrambe in attesa di un erede, alle quali avevano giurato solennemente che mai più si sarebbero imbarcati in pericolose avventure..."







TITOLO:Il ritorno del colonnello Arcieri
AUTORE:Leonardo Gori
CASA EDITRICE:TEA
PAGINE:364
DATA DI USCITA:14 maggio 2015
PREZZO: 14,00





 
"Parigi, maggio 1968. Tra i passanti che osservano dal marciapiede gli studenti in rivolta invadere i boulevard c'è anche Bruno Arcieri. A Parigi Arcieri si sta nascondendo: da chi ha cercato di ucciderlo, dai ricordi, dai rimorsi, dai fantasmi del passato. Si fa chiamare Marcel, aiuta nella cucina di un bistrot e si è fatto pure crescere la barba. Ha trovato anche uno sguardo amico, quello di Marie, ma è inquieto, si sente braccato, ed è stufo di scappare. Così, quando gli «amici» gli consigliano di lasciare la città e cercarsi un altro rifugio, magari in Spagna, Arcieri non ci sta. Sì, lascerà Parigi, ma per tornare a Firenze, per saldare i conti sospesi, fare chiarezza, forse giustizia, e combattere un'altra battaglia, anche se dovesse essere l'ultima. Alla fine di un viaggio avventuroso, l'uomo che il 15 maggio 1968 scende dal treno alla stazione di Santa Maria Novella non è più Marcel, è il colonnello dei Carabinieri Bruno Arcieri. È tornato, e non per stare a guardare.
Leonardo Gori torna con questo romanzo di grande intensità al suo personaggio più complesso e amato, un servitore dello Stato critico, forte e profondamente leale; che dello Stato ha condiviso ambiguità, disastri e grandezze, finendo col portarne le stesse cicatrici."





TITOLO: La ragione dei sensi
AUTORE:Grazia Scanavini
CASA EDITRICE:TEA
PAGINE:128
DATA DI USCITA:21 maggio 2015
PREZZO:12,00








Vincitore del Premio Fiuggi per il Miglior romanzo erotico italiano 2011,
il romanzo di Grazia Scanavini esplora, senza eccessi né volgarità, il vasto e misterioso
territorio dell'eros di una donna in sintonia con se stessa e capace di ascoltare prima di tutto la «ragione dei sensi».


"La vita ha concesso molto ad Anna: una naturale eleganza, un lavoro che le piace, un marito dolce e affettuoso, un bel bambino. Si potrebbe dire che abbia tutto. Ma forse non è così, se una sera senza nemmeno farci troppo caso, si ritrova a parlare con uno sconosciuto in una chat erotica. Lui si chiama Stefano ed entra nella vita di Anna come una strana onda di desiderio, calda e impetuosa, tutta però vissuta da lontano, per email, via sms, nell'immaginazione, anche la più sfrenata… Può una passione così travolgente esigere uno sbocco «nella vita reale»? Può un sogno bussare alla porta di una camera d'albergo, in una notte solitaria? O forse è meglio che resti tale?"


Personalmente non c'è nulla che mi incuriosisca molto, voi invece?

 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!