venerdì 1 gennaio 2016

Il meglio e il peggio - 2015 in review #1

Buon anno a tutti, carissimi!
Come avete passato l'ultima notte del 2015?  Io personalmente non amo festeggiare l'ultima sera dell'anno (diciamo che è tra le cose che mi interessa meno tra tutte le festività di questo periodo), per cui me ne sono stata tranquilla a casuccia, al caldo e a fare i comodi miei senza essere vincolata ai comodi altrui e senza correre il rischio di un'indigestione! Voi invece, cosa avete fatto?

Arrivati all'inizio del nuovo anno, è d'obbligo volgere ancora per un attimo lo sguardo indietro per una rapida valutazione.
Nel 2015 ho letto solo 30 libri, che sono stati sufficienti a farmi raggiungere l'obiettivo della reading challenge di Goodreads. Avrei voluto leggerne molti di più, ma purtroppo con lo studio e le lezioni universitarie, e altre distrazioni secondarie, non ho avuto molto tempo da dedicare ai miei carissimi libri.
Ho seguito il blog meno di quello che avevo sperato - se poi consideriamo che ho passato un periodo nel nuovo appartamento a Pisa senza wifi per quasi tre mesi... - ma sono complessivamente soddisfatta. Il 2015 è stato un anno buono per Libri del cuore: ho ricevuto moltissime richieste di segnalazioni, interviste e recensioni, alcune delle quali non ho potuto assecondare per motivi di tempo e organizzazione, ma che comunque mi ha fatto molto piacere ricevere. 



 Ecco qui le cover dei romanzi che ho potuto accettare "su richiesta" di autori o di case editrici. Ho inserito anche quei titoli che non ho ancora letto ma che mi sono stati recapitati entro il 2015, e precisamente Nel cuore di una donna di Chiara Albertini, Il risveglio di Fahryon di Daniela Lojarro e Chariza- Il soffio del vento di Francesca Angelinelli (che è capitato nella mia casella email senza che prendessi accordi di sorta con l'autrice, ma che ho deciso comunque di leggere dato che della Angelinelli ho già letto qualcosa, che peraltro non mi ha soddisfatta. Ecco un'occasione d'oro per dare una seconda possibilità a questa scrittrice!) . Nella fattispecie, questi saranno per ovvie ragioni tra i primi romanzi che leggerò, impegni permettendo, nel nuovo anno!

Tanti altri romanzi mi sono stati proposti, e mi sarebbe piaciuto poterli leggere tutti, ma purtroppo non c'era tempo per tutte le richieste :(

Avete letto qualcuno di questi libri? Che cosa ne pensate? Potete trovare le recensioni di quelli che ho letto nella pagina Le recensioni di Libri del cuore, e se la pensate in modo diverso da me sarò lieta di confrontarmi con voi e con le vostre opinioni.

Ma veniamo al sodo di questo post - il primo del 2016! E' d'obbligo stilare una classifica delle letture
del 2015, non vi pare? Ecco quali sono stati i tre libri più belli e i libri più brutti dell'anno 2015.

http://libridelcuorecuoridilibri.blogspot.it/2015/08/recensione-bitterblue-di-kristin-cashore.html
Clicca sulla cover
per leggere la recensione


1. Bitterblue di Kristin Cashore

Sono passati 8 anni da quando la principessa Bitterblue e il suo popolo sono stati salvati dai piani diabolici di suo padre Leck. Ora il regno è in pace, anche se il ricordo dell'ex sovrano, psicopatico e violento, è ancora vivo. Curiosa di conoscere cosa accade oltre le mura del castello, Bitterblue scappa, scoprendo ben presto che il solo modo di superare 35 anni di vessazioni è quello di rivangare e rielaborare il passato. Due ladri, che hanno giurato di rubare solo ai malfattori, cambieranno per sempre la sua vita, perché possiedono la chiave per svelare la verità sul regno di Leck. E uno di loro, un Graceling, potrebbe avere anche la chiave per il suo cuore.

Questo è di sicuro il libro che più mi ha appassionata durante l'anno, quindi non ho alcun dubbio nell'assegnargli il primo posto! E' stata una lettura piacevolissima. E' un romanzo per ragazzi, ricco di colpi di scena, non scontato, da leggere tutto d'un fiato!


http://libridelcuorecuoridilibri.blogspot.it/2015/08/recensione-rosa-dinverno-di-kathleen-e.html
Clicca sulla cover
per leggere la recensione


2. Rosa d'inverno di Kathleen Woodiwiss

Inghilterra, 1792. Il Signore di Saxton è potente, cavalleresco, crudele, appassionato, ricchissimo. Il signore di Saxton cela sempre il suo volto con un cappuccio di cuoio: perché in un incendio è rimasto sfigurato, e nessuno riesce a levare lo sguardo su di lui senza ripugnanza e orrore. La tenera, bella Erienne è appena diventata sua moglie, e trema al pensiero dell'intimità che ben presto sarà costretta a concedergli...







Ormai saprete che ho un debole per la Woodiwiss. Questa è in realtà una rilettura, e per quello che ho potuto vedere è uno dei romanzi migliori di questa autrice. Una storia d'amore romantica ma non banale, ben articolata e che non si limita esclusivamente a moine amorose e femminili rifiuti. Una delle mie storie in salsa rosa preferite finora! 


Recensione
non ancora disponibile


3. Il profumo del mosto selvatico di Deborah Chiel

Nell'incantevole cornice della Napa Valley, famosa per i suoi vigneti, la vita di Victoria, una giovane e seducente messicana, è turbata da tre uomini dal forte carisma: il padre Alberto, dispotico e autoritario, che pretende di educarla all'antica, ignorando il suo disagio; Tom, affascinante rubacuori, di cui Victoria diventa l'amante e che l'abbandona quando apprende che lei è incinta; e infine Paul, ex soldato ed eterno sognatore, che s'innamora della ragazza e per questo decide di prestarsi a una coraggiosa bugia riparatrice...

  

Dopo averci pensato un po' ho deciso di collocare al terzo posto nella classifica questo libro. E' stata una lettura imprevista: avevo bisogno di un libro non molto impegnativo per completare la reading challenge, ma quelli che avevo in lista d'attesa erano troppo lunghi e mi avrebbero portato via troppo tempo. Ho recuperato questo libro dagli scaffali di mia mamma. Il titolo mi era familiare e la storia mi sembava degna di ricevere una possibilità, e come avrete capito non me ne sono pentita. E' stato l'ultimo libro letto nel 2015 e mi ha permesso di chiudere in bellezza, con una storia dolce e delicata, forse dai toni più favolistici che realistici, ma comunque meritevole di un buon giudizio. Non ho ancora avuto modo di scrivere la recensione (dovevo scriverla ieri sera ma invece mi sono piazzata davanti al computer a guardare una nuova serie tv -.-) ma spero di riuscirci presto.


<div font-size:="" small="" style="border-color: brown; border-style: dotted; padding: 1em;">
Clicca sulla cover
per leggere la recensione


1. Rossa di Maddalena Rinaldo


Rossa è la sua guerra. Rossi i suoi capelli. Rosso il sangue della sua lotta contro un nemico che si rivela quando ha quindici anni. Rossa è la chemioterapia. La storia vera della battaglia di una ragazza, non importa contro cosa e contro chi. L'obiettivo è vivere. Una guerra estenuante, senza esclusione di colpi. Una bambina si fa donna, ma il rito di transizione non è una passeggiata. Proprio no. Il nemico è doppio e lei è costretta a combattere contro il tumore e contro l’adolescenza. Finché uno dei due diventerà suo alleato. Il tumore.

 

Nessun dubbio su quale libro meriti il primo posto nella classifica dei libri peggiori del 2015. Ho trovato questa lettura volgare e a tratti offensiva. La protagonista è più preoccupata di morire vergine che di morire di cancro, è ossessionata dal sesso e se mi rimetto a parlare di nuovo di questo libro ci ritroviamo a farci gli auguri di buon 2017. La recensione che ho scritto su questo libro è senza dubbio una delle più negative che abbia mai scritto da quando recensisco libri. Per leggerla, basta cliccare sulla cover...ma vi avviso, per leggerla tutta ci vorrà del tempo!

http://libridelcuorecuoridilibri.blogspot.it/2015/12/recensione-il-ritorno-del-guerriero-di.html
Clicca sulla cover
per leggere la recensione




2. Il ritorno del guerriero di Kinley MacGregor

Christian d'Acri ha sposato la regina Adara quando era ancora una bambina. Dimenticate le promesse matrimoniali, l'unico obbligo che sente è partecipare alle missioni della misteriosa Confraternita della spada. Ma quando un usurpatore minaccia il regno di Adara, la regina si rende conto che solo Christian può salvarla. Partita alla sua ricerca, lo trova in una locanda e si introduce furtivamente nella sua stanza per sedurlo. Il trono ha bisogno di un erede...






Di questo libro vi ho parlato solo pochi giorni fa, come di un libro fatto di carta e cliché. Non spendo altre parole, se volete leggere la recensione basta cliccare sulla cover. Anche per questo non c'era dubbio: secondo posto nella classifica dei peggiori.

Al terzo posto troviamo...il vuoto. Questi due sono stati i libri peggiori dell'anno, che si sono meritati rispettivamente una e due stelline nel giudizio di Goodreads. Tutti gli altri hanno ricevuto una valutazione da tre stelle in su, e non saprei onestamente sceglierne uno che possa rientrare nella classifica negativa.

 Nel complesso, non ho trovato letture troppo brutte (eccetto le due sopra) e mi auguro che il 2016 mi porti tante belle letture! Finisce qui la mia classifica libresca dell'anno, ora sono curiosa di leggere la vostra! Quali libri vi sono piaciuti di più e quali di meno? Non siate timidi e fatemi sapere la vostra!

Vi aspetto nei prossimi giorni per parlare dei buoni propositi per il nuovo anno e per scoprire quali per il 2015 non sono stati rispettati.
Nel frattempo, buon inizio di anno a tutti voi!!




Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!