Recensioni&Segnalazioni

**Le richieste di recensione, segnalazione o interviste sono sospese a tempo indeterminato, indipendentemente da quanto scritto sotto.**


Ben approdati a questi lidi, lettori, scrittori o editori, qual che voi siate! Come avete potuto leggere nella colonna di sinistra del blog, sono disponibile a ricevere, leggere e recensire opere di autori esordienti, emergenti o affermati, e ad avviare collaborazioni con le case editrici.
Soffermiamoci un attimo su questo primo punto.

Mi fa sempre piacere quando mi contattate per propormi una vostra opera (anche se lo fate a vostro rischio e pericolo, muahahah!), tuttavia ci sono alcuni aspetti che vi pregherei di prendere in considerazione.

Il primo è il fattore tempo: purtroppo, per leggere è sempre meno, e con mio grande rammarico, non posso leggere tutto quello che mi proponete, né antomeno lo posso fare in tempi brevi. Una volta che mi è stato inviato un libro (che io ho accettato di ricevere) potete stare certi che sicuramente lo leggerò, ne scriverò la recensione e condividerò con voi il link, ma non posso dare nessun tipo di garanzia sulle tempistiche. Potrebbe trattarsi di una settimana come di un paio di mesi o più. Purtroppo, ripeto, va così, e non credo di dover distogliere la mia attenzione dallo studio soltanto perché qualche scrittore ha fretta di ricevere una recensione.

Il secondo aspetto riguarda i miei gusti: potete trovare maggiori informazioni a tal proposito nella pagina "Politica recensioni", dove spiego in modo più dettagliato e approfondito quello che in parte dico anche qui. E' inutile che mi proponete libri che non rientrano nelle categorie specificate: non saranno presi in considerazione, anche perché interpreterei la cosa come un chiaro segno che chi mi ha fatto la proposta non si è nemmeno degnato di dare prima uno sguardo al blog e a come gestisco le recensioni. 

Terzo aspetto: l'eventuale invio di una vostra opera deve essere prima concordato con me. So che può sembrare un atteggiamento antipatico e altezzoso, ma mettetevi nei miei panni, un minimo di rispetto per la mia "attività" di lettrice e autrice di recensioni lo pretendo. Può capitare che non abbia al momento tempo di leggere nulla, o che la vostra opera non mi interessi - perché sì, io sono disponibile ad ampliare i miei orizzonti letterari e a dare una possibilità a chi come me sta muovendo i primi passi nel mondo dell'editoria, ma non mi sento per nulla obbligata a leggere tutto indiscriminatamente, anche perché quando l'ho fatto mi è quasi sempre andata male - per cui è possibile che accetti una proposta e lo stesso giorno ne rifiuti delle altre, a seconda della mia situazione e della mia inclinazione del momento.
Libri inviati senza prima avermi contattata per informarsi - almeno per educazione - se posso leggerli o se mi interessano, non saranno presi in considerazione. Mi è capitato qualche volta di ricevere delle email da scrittori che non conoscevo o che conoscevo a malapena, e di vedermi recapitato direttamente il pdf del libro, senza aver prima scambiato nemmeno un paio di parole. Se sono di buon'umore e la trama mi intriga, è possibile che decida, quando ho tempo e voglia, di leggerlo, altrimenti il tutto verrà cestinato senza obbligo di risposta da parte mia. Direi che almeno un'occhiata al blog, ripeto, la potete dare, e nelle varie pagine ci sono tutte le indicazioni su come prendermi per il verso giusto.

Per le case editrici: sono disponibile ad avviare delle collaborazioni, a ricevere libri da recensire - ma con le mie tempistiche e senza che questo si trasformi in un obbligo con scadenza -, a ricevere materiale pubblicitario e a segnalare libri o iniziative sul blog.

Per le segnalazioni la questione è un po' più semplice, ma anche qui vi chiedo prima di contattarmi per informarvi un attimino sulle tempistiche e sulla mia disponibilità. In genere, in un giorno o in un mese, segnalo tutto, anche quei generi che di solito non recensisco, ma potrebbe sempre capitare che, per chissà quale ragione, non abbia tempo di aggiornare il blog. 
Al solito, le email contenenti già tutto il materiale, dello stampo "Ciao sono X, ti va di segnalare il mio libro?" con tutti gli allegati del caso o saranno cestinate senza risposta, o, se mi sentirò particolarmente buona, verranno segnalate quando e come vorrò.
Di solito le segnalazioni si accompagnano ad un'intervista standard.

Non saranno prese in considerazione le segnalazioni via Twitter o Facebook del tipo "A Libri del cuore segnaliamo il libro X + linkallibro". La ragione è semplice: mi sembra che la mia disponibilità a fare pubblicità a libri e autori che non conosco, per dare loro un po' di visibilità e aiutarli a farsi conoscere sia abbastanza, senza che debba anche andare in giro per il web a ricercare tutti i dati di un libro presentato con parole contate da chissà chi, per preparare una segnalazione adatta al blog. Le cose o fatele bene, o non fatele.

So di sembrare un po' ostica e antipatica, ma comincia a darmi fastidio questa cosa che alcuni danno per scontato che basti inviare un'email per avere il proprio libro segnalato e recensito, senza una parola di presentazione né di sè né del libro, come se tutto fosse dovuto e vivessi solo per leggere opere di autori sconosciuti, senza altro scopo o impegno nella vita.
So che anche per voi il tempo è poco, so che le "email stampo" fatte per essere inviate a decine di blog contemporaneamente sono comode, so che magari è difficile scrivere per proporre il proprio libro a qualcuno che non si conosce, oppure se non si è mai fatta una cosa simile, ma l'inesperienza o la fretta non giustificano il menefreghismo e la maleducazione. So anche che magari di tutto questo a voi lettori non interessa nulla, ché tanto una blogger in più o in meno che parla dei vostri libri non fa differenza, ma ci tenevo a fare queste precisazioni anche per organizzare al meglio il blog e la sua attività.

Non mi pare ci sia altro da aggiungere, se siete riusciti ad arrivare fino a qui senza addormentarvi o uscire vi faccio i miei complimenti, siete stati bravi e avete avuto molta pazienza!
Spero non mi giudicherete troppo negativamente, non sono così lunatica come posso esservi sembrata, ve l'assicuro!

P.S. Accettate un consiglio da blogger: quando inviate un'email per richiedere una recensione o una segnalazione del vostro libro, tanto più se siete ancora alla prima/e pubblicazione/i, leggete bene prima di inviare. Vedere errori nelle mail non è una buona presentazione, e personalmente mi fa sempre pensare: "Ma questo/a si presenta come scrittore/scrittrice e non sa neanche scrivere in italiano?". Insomma, da scrittori un po' di cura per il testo dovete averla.
Ah, e un'ultima cosa: presentarvi come la nuova Rowling o il nuovo King, almeno con me, è controproducente. Vi fa apparire come arroganti e presuntuosi, specialmente se siete ancora sconosciuti e avete pubblicato un paio di libretti con una casa editrice da quattro pubblicazioni. E astenetevi dal dare giudizi sulle vostre opere (soprattutto, vi prego, non presentatele come capolavori!!!!). Saranno eventualmente i vostri lettori a definire ciò che avete scritto, ma non fatelo da soli. Il compito di uno scrittore è scrivere, non autoelogiarsi!!

Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!